READING

Gabinetti Disegni e Stampe Italiani: un prezioso e...

Gabinetti Disegni e Stampe Italiani: un prezioso excursus nella grafica contemporanea d’autore

Il sito www.gabinettidisegniestampe.com si propone di raccogliere tutti i Gabinetti dei disegni e delle stampe italiani al fine di promuovere e valorizzare il patrimonio nazionale di stampe e disegni. Questa piattaforma online ha lo scopo di aprire virtualmente le porte di questi luoghi, generalmente chiusi al grande pubblico, e di presentare le stampe e i disegni ivi contenuti, il più delle volte nascosti per motivi di conservazione.

Tra questi gabinetti ve ne sono alcuni che conservano imperdibili disegni e stampe post anni ‘70. Degni di nota sono il Gabinetto delle Stampe del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo (RA) e il Gabinetto delle Stampe Anna Maroungiu Pernis della Biblioteca Universitaria di Cagliari, e, per quanto riguarda i disegni, la Civica Raccolta del Disegno di Salò (BS).

Il Gabinetto delle stampe di Bagnacavallo nasce nel 1990 con lo scopo di conservare ed esporre la collezione di stampe del parmense Emilio Ferroni. Ad oggi è un importante centro di ricerca a livello nazionale. Ha due fondi: il Fondo Stampe Antiche e il Fondo Stampe Contemporanee. Il secondo fondo, più rilevante, è composto da più di 13.000 fogli ed è una delle più importanti collezioni italiane sull’incisione contemporanea. Il Gabinetto ospita anche un laboratorio calcografico dedicato all’artista Armando Donna, che ha donato i vari strumenti. A partire dal 1993, pubblica Repertorio degli Incisori Italiani, un’importante risorsa sull’incisione nazionale. A partire dal 2015 il museo organizza poi la Biennale di Incisione Giuseppe Maestri, una manifestazione artistica di rilevanza nazionale.  L’obiettivo principale della Biennale è quello di contribuire alla valorizzazione e alla divulgazione del linguaggio grafico dell’incisione e di stimolare la realizzazione di nuove opere.

Il Gabinetto delle stampe Anna Marongiu Pernis è intitolato all’omonima artista scomparsa nel 1941. La nascita di questa istituzione è dovuta alla volontà di Nicola Valle, all’epoca direttore della biblioteca. Il gruppo di incisori che si era creato in Sardegna tra le due guerre e il cui punto di aggregazione era la rivista L’Eroica riprende la sua produzione artistica dopo la guerra. Gli artisti della cosiddetta Scuola sarda sono invitati a donare le proprie opere. Il Gabinetto oggi possiede opere di artisti sardi come Stanis Dessì, Mario Delitala, Cesare Pirisi, Carmelo Floris, Valerio Pisano, Giuseppe Biasi, Antonio Mura Rafaele Angelo Oppo, Felice Melis Marini, Remo Branca, ed Enea e Giovanni Marras. Nel 1947, centinaia di lavori sono stati donati alla biblioteca che, da lì in poi, ha periodicamente comprato opere di autori sardi, anche contemporanei.

La Civica Raccolta del Disegno di Salò è nata nel 1983 da un’idea di Giuseppe Mongiello, allora assessore alla cultura, dell’artista Attilio Forgioli e del critico d’arte Flaminio Gualdoni, con il contributo iniziale di alcuni sostenitori privati. Il primo nucleo della raccolta è infatti costituito dalla donazione delle opere acquisite dai sostenitori, progressivamente incrementata da donazioni di artisti e acquisti. Negli anni ‘80 e ’90 la raccolta, oltre alle periodiche mostre delle acquisizioni, ha realizzato mostre personali di artisti e promosso conferenze sull’arte contemporanea italiana.  L’istituzione, che ha raggiunto un carattere permanente, anche a seguito della convenzione per la sua gestione, stipulata con la Provincia di Brescia nel 1989, ha un deposito, un archivio e una sezione espositiva presso il Museo di Salò. Suo compito è quello di costituire un fondo collezionistico pubblico e promuoverne lo studio e la fruizione. La raccolta è oggi costituita da circa 800 opere, prevalentemente su carta, di artisti del Novecento, con particolare interesse all’arte italiana dal secondo dopoguerra a oggi (Lucio Fontana, Osvaldo Licini, Mario Sironi, Atnasio Soldati, Piero Dorazio, Angelo Accardi, Antonio Sanfilippo, Renato Birolli, Ennio Morlotti, Emilio Vedova, Pompilio Mandelli, Afro, Attilio Forgioli, Alik Cavaliere, Antonio Stagnoli ed espressioni più recenti).

Margherita Clavarino

 Info:

www.gabinettidisegniestampe.com
Instagram @gabinettidisegniestampe

www.repertoriobagnacavallo.it

www.gabinetto-delle-stampe-anna-marongiu-pernis

www.museodisalo.it

Exhibition ‘Renato Bruscaglia. Una donazione per Bagnacavallo’, Prints Room of the Museo Civico delle Cappuccine of Bagnacavallo. Courtesy of Museo Civico delle Cappuccine, Bagnacavallo Gabinetto delle Stampe

Gabinetti Disegni e Stampe italiani: Exhibition Gallery, Civica Raccolta del Disegno of Salò, Salò. Courtesy of Civica Raccolta del Disegno of Salò, SalòExhibition Gallery, Civica Raccolta del Disegno of Salò, Salò. Courtesy of Civica Raccolta del Disegno of Salò, Salò

Ennio Morlotti, Female Nude, undated, pastel on paper, 451 x 400 mm. Courtesy of Civica Raccolta del Disegno of Salò, Salò

Prints Room Anna Marongiu Pernis, Cagliari. Courtesy of Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Biblioteca Universitaria di Cagliari, Cagliari

Elettra Metallinò. The aggression (part.), 1996, linocut. Courtesy of Museo Civico delle Cappuccine, Bagnacavallo Gabinetto delle Stampe


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.