Human Brains: It Begins with an Idea

Nel marasma generale di Venezia in periodo di Biennale, le occasioni di vedere e partecipare a mostre o eventi sono davvero tante. Ma riuscire a visitare qualcosa di interessante e allo stesso tempo non collegato all’arte sta diventando cosa sempre più rara. Per fortuna, o forse con grande logica e visione, Fondazione Prada nella sua sede veneziana ha portato in laguna una mostra di ricerca, come è sua prassi, che parla del cervello e del pensiero, la quale si intitola Human Brains: It Begins with an Idea, e si tratta di un’esposizione fuori dal classico panorama dell’arte contemporanea.

La mostra di fatto è il risultato di un approfondito processo di ricerca intrapreso da Fondazione Prada a partire dal 2018, all’interno dell’ambito delle neuroscienze e guidato da una forte volontàdi comprendere il cervello umano, la complessitàdelle sue funzioni e la sua centralitànella storia dell’umano. La mostra, visitabile fino al 27 novembre, accompagna a conoscere per chi non sapesse, e a riscoprire per chi già conoscesse la mente umana, a partire da una contestualizzazione storica dai mesopotamici fino a quasi i giorni nostri.

Quanto si conosceva del cervello umano e del suo modus operandi ai tempi degli antichi egizi? E per i popoli aztechi come era la loro percezione del cervello? Quello che si scopre attraverso le varie sezioni è, per chi non è del mestiere, qualcosa a tratti stupefacente, ci si stupisce a scoprire come, per quanto distanti, certe logiche di analisi e teorie sull’argomento fossero simili o perfino uguali in popoli molto diversi.

Il viaggio del visitatore, attraverso il primo e il secondo piano, è accompagnato da oltre centodieci oggetti, che raccontano i secoli di tentativi nel comprendere il cervello umano. Questa selezione include manufatti storici, disegni, dipinti, stampe e libri che segnano alcuni dei momenti più significativi di un millenario viaggio di scoperta e, al tempo stesso, evidenziano capitoli altrimenti dimenticati della storia, come gli studi delle civiltà mesopotamiche o egiziane, del Rinascimento italiano, del periodo Edo giapponese, fino ad arrivare alle tecniche di imaging, sviluppate negli ultimi trent’anni. Un viaggio incredibile, con dei Virgilio di eccezione come neuroscienziati e filosofi da tutto il mondo che, attraverso le loro ricerche, aiutano alla comprensione di un progetto tanto ambizioso.

Citando Miuccia Prada: “Siamo sempre più interessati ai temi rilevanti del presente, quelli che incidono nelle vite di tutti, e che, a volte, non conosciamo o non comprendiamo fino in fondo. Per un’istituzione culturale che affonda le proprie radici nelle arti visive, occuparsi di scienza è una sfida intellettuale e politica”.

La mostra a Ca’ Corner della Regina è, in sintesi, il raccontodella storia dello sviluppo della conoscenza neuroscientifica, dell’innovazione e delle scoperte, ma anche degli errori e delle incertezze. Il progetto tenta di delineare il perimento della coscienza, delle questioni ancora irrisolte dalla ricerca scientifica, delle certezze e delle incognite nel processo di comprensione del cervello umano.

Una signora mostra, una vera perla nella mappa veneziana degli eventi, con contributi internazionali molto importanti nel campo della letteratura e delle scienze, per gli amanti delle scienze o per i semplici curiosi.

Info:

Human Brains: It Begins with an Idea
23/04/2022 – 27/11/2022
Fondazione Prada Venezia
Ca‘ Corner della Regina
Santa Croce 2212, 30135 Venezia

Human Brains: It Begins with an Idea, installation view, Fondazione Prada, Venezia. Ph. Marco Cappelletti, courtesy Fondazione Prada

Human Brains: It Begins with an Idea, installation view, Fondazione Prada, Venezia. Ph. Marco Cappelletti, courtesy Fondazione Prada

Human Brains: It Begins with an Idea, installation view, Fondazione Prada, Venezia. Ph. Marco Cappelletti, courtesy Fondazione Prada


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.