READING

Spirits and Gestures. Oscar Murillo in mostra a Ro...

Spirits and Gestures. Oscar Murillo in mostra a Roma

Nel cuore di Roma, percorrendo da Piazza di Spagna la famosissima Via Condotti, si arriva agevolmente alla Fondazione Memmo. Istituita da Roberto Memmo, è da sempre luogo per l’arte contemporanea e teatro, dal 1990, di interessanti progetti espositivi che abbracciano il panorama internazionale, pur tuttavia, rimanendo vicini all’humus culturale del territorio.

L’ultima mostra presenta dalla Fondazione, e tutt’ora in corso fino al 20 marzo 2022, è la prima personale italiana del colombiano Oscar Murillo. L’esposizione, curata da Francesco Stocchi, è frutto di due anni di lavoro, intervallati e incrementati dalla persistente situazione pandemica. Spirits and Gestures, senza alcun dubbio, non solo ha introiettato l’attuale momento storico, ma ha incarnato e interrogato la caducità della condizione umana, allargando anche la riflessione a temi di interesse urgente, che riguardano il benessere del globo. L’artista, vincitore del Turner Prize nel 2019, ha sempre modellato la propria arte sconvolgendo l’essere iniziale delle cose. Certo, non ci si stupisce oggi forse di questo, ma è indubbio che fare arte con materiali non di pregio e riuscire, non solo a rendere piacevole quello che si vede, ma a esprimere un messaggio concreto sia più difficile. Murillo è un artista concettuale? O forse un artista della guerriglia di Germano Celant?

Se nella prima sala la mostra appare di più semplice comprensione, proseguendo, ci si ritrova piacevolmente avvolti da incombenti tele nere, a volte squarciate e segnate da tracce di colore e polvere, che pendono dal soffitto e che costringono a girarci intorno e osservarle, per poter proseguire. Il corpus di opere si dispone quindi liberamente e non rispetta i canoni tipici di esposizione: le grandi tele che accolgono i fruitori, su cui sembrano essere esplosi tutti i colori, sono ricavate da più pezzi cuciti insieme e sono disposte sulle pareti come bandiere: leggere e libere. Le pennellate, che nascono da una matrice gestuale e che attenzionano la materia, sono disposte orizzontalmente e contribuiscono a creare quella sensazione di movimento e simultaneità. Le tele sono un continuum nell’arte di Murillo ma per questa mostra, l’artista, ha realizzato un’opera site-specific. Disseminate lungo il perimetro della galleria, colpiscono lo sguardo delle strane palle nere che sembrano quasi dei meteoriti, ma che in realtà non sono altro che un impasto di farina di mais, fango e cemento, sottoposto a un processo di cottura.

E se pensate che lo spazio della galleria sia rimasto arredato, vi sbagliate. Banchi e sedute tipici dell’ambiente ecclesiastico, scrivanie e tavoli, provenienti dall’antiquariato borghese, fanno parte della mostra e nascondono un omaggio all’artista Domenico Gnoli, reso più evidente dalle stampe di alcune sue opere. E quelle strane tracce nere sul muro? Gesto e segno di Murillo stesso.

Questo progetto espositivo non lascia nulla al caso: anche quello strano odore, che si potrebbe sentire in uno studio d’artista e che pervade tutta la mostra, è un impatto olfattivo voluto. Le opere non assolvono la funzione di medium, ma sono il messaggio stesso e la mano di Oscar Murillo è evidentemente presente e comunica, con azioni forti e allegoriche, messaggi culturali a cui l’artista è particolarmente legato.

Claudia Pansera

Info:

Spirits and Gestures
a cura di Francesco Stocchi
10 novembre 2021- 20 marzo 2022
Dalle ore 11.00 alle ore 18.00, da lunedì a domenica (chiuso il martedì)
Fondazione Memmo
Via Fontanella Borghese 56b
T: +39 06 68136598
info@fondazionememmo.it

Oscar Murillo,, 2021. Veduta dell’installazione alla Fondazione Memmo, Roma. Courtesy: l’artista e Fondazione Memmo. Foto: Daniele Molajoli

Oscar Murillo, 2021. Veduta dell’installazione alla Fondazione Memmo, Roma. Foto: Daniele Molajoli. Courtesy: l’artista e Fondazione Memmo


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.