Sottosopra

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 18/05/2019 - 09/06/2019
6:00 pm - 8:00 pm

Luogo
Palazzo Samone

Categorie


26a Mostra dell’Associazione Artistico Culturale MAGAU Onlus

Titolo: SOTTOSOPRA

Date: dal 18 maggio al 9 giugno 2019 / Inaugurazione: sabato 18 maggio 2019, ore 18

Orario: venerdì – sabato – domenica 16-19

Eventi collaterali: sabato 25 maggio 2019 – ore 17,30: Concerto d’Arpa Duo Libebermann – Barbara Martinetto, flauto – Francesca La Carrubba, arpa

(gentilmente offerto dal Museo dell’Arpa Victor Salvi – Piasco)

Sede: Palazzo Samone – Via Amedeo Rossi, 4 – 1200 Cuneo – Tel. 0171.444.810/816

Artisti partecipanti:

Valeria Arpino, Gemma Asteggiano, Cristina Bollano, Cesare Botto, Cornelio Cerato, Mario Conte, Christian Costa, Roberto De Siena, Marina Falco, Giulio Fantone, Cristiano Fuccelli, Adriana Giorgis, Pierluigi Manzone, Franco Marabotto, Paola Meineri Gazzola, Corrado Odifreddi, Massimo Ovidi, Maurizio Ovidi, Paolo Peano, Carla Siccardi, Claudio Signanini, Luigi Sostegni

Curatore: Enrico Perotto

Patrocinio: Città di Cuneo

Con l’aiuto di: Chiodini Cornici – Il Libraio, Cuneo – UnipolSai Assicurazioni – Sciarretta & C. s.a.s.

Il titolo individuato della 26a mostra dell’Associazione Magau gioca ironicamente con la disposizione delle sale espositive poste al piano terra e a quello superiore di Palazzo Samone, proponendo 22 proposte personali che rappresentano altrettante espressioni libere di forme, linguaggi e tecniche che documenteranno le ricerche personali e più attuali degli artisti associati, perfettamente orientati con la produzione artistica contemporanea.

In concomitanza con la collettiva del Magau, si proporrà al pubblico anche un omaggio all’artista Berto Ravotti (Montaldo Mondovì, 1924 – Cuneo, 2014), con una selezione di opere di proprietà privata che documentano la sua ricerca pittorica figurativa d’intonazione informale, quella incentrata sulla raffigurazione di muri abrasi di interni domestici su cui si profilano sagome umane in forma di ombre, che sono diventate la caratteristica distintiva del suo fare arte, e le successive realizzazioni in cui le figure umane si dissolvono e al tempo stesso si moltiplicano, ottenendo un effetto visivo fotografico, che però viene annullato dalla moltiplicazione che le stesse immagini subiscono.

Cuneo, 17 maggio 2019


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.