READING

Virginia Ryan. ἐπιϕάνεια – presenza...

Virginia Ryan. ἐπιϕάνεια – presenza

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 06/01/2022 - 21/01/2022
Tutto il giorno

Luogo
Chiesa della Madonna del Pozzo

Categorie


SPOLETO / Chiesa della Madonna del Pozzo, via Monterone, 5. 6 – 31 Gennaio 2022.
Installazione visibile da Via Monterone 5, giorno e notte ad orario continuato, fino al 31 gennaio. (info: 339 4319977).

“OPUS & LIGHT” ideazione e progetto di STUDIO_A’87 – Con il Patrocinio del Comune di Spoleto *

VIRGINIA RYAN – “ἐπιϕάνεια – presenza”

a cura di Davide Silvioli

“ἐπιϕάνεια – presenza”, installazione di Virginia Ryan, si snoda all’interno dello spazio della Chiesa della Madonna del Pozzo, secondo un ritmo ascensionale che si confronta con l’identità del luogo. L’opera occupa l’altare come a intercedere fra la profondità imperscrutabile della cavità del pozzo, riconducibile al mistero dell’acqua quale fonte primigenia di vita, e il senso etereo delle raffigurazioni sacre sovrastanti, che rimandano all’ordine del trascendente. Così, l’intervento dell’artista, connotato da un rosso ematico volutamente espressivo e simbolico, si avverte come la manifestazione di una presenza ora celeste e ora terrestre. (Davide Silvioli)

Nota dell’artista: La mia ricerca è prevalentemente incentrata sui temi connessi alle migrazioni (anche di oggetti), della perdita e della Trasformazione. Prediligo spesso materiali di uso comune (qui cavi elettrici, ramoscelli di ulivo, specchi e tovaglia) e ci interagisco attraverso il ricorso a un linguaggio visivo intrecciato di contaminazioni geograficamente trasversali.
Di formazione transnazionale, ho vissuto e lavorato negli ultimi trent’anni in Egitto, Brasile, Scozia, Ex-Yugoslavia, Ghana e Costa D’Avorio, pur mantenendo, dal 1995, uno studio in Umbria. Stanziale durante la Pandemia, continuo, ciò nonostante, a guadarmi intorno e sognare lontano.

http://www.virginiaryan.com

“OPUS & LIGHT” (1997- 2022) SPOLETO – Museo_Madonna del Pozzo dei Miracoli, progetto ideato da Franco Troiani (STUDIO_A’87). Prevede interventi di singoli artisti e operatori culturali invitati a confrontarsi con la specificità del più piccolo museo dell’Umbria, impreziosito da un ciclo di affreschi che racchiude in sé un intero secolo della storia della pittura italiana (1493-1600). Protegge la bellezza della Madonna con Bambino e Santi dipinti nella parete frontale, “opera di Bernardino Campilio, ultimo pittore autoctono spoletino, prima dell’avvento di Giovanni Spagna e di Jacopo Siculo, seguaci rispettivamente del Perugino e di Raffaello”.

Visibile ad orario continuato, giorno e notte fino al 31 gennaio 2022 (info 339 4319977)


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.