READING

a paradise for the smiling alligators

a paradise for the smiling alligators

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 26/06/2022 - 03/07/2022
6:00 pm - 9:00 pm

Luogo
Parco delle Mura Urbiche - bastione ovest

Categorie


a paradise for the smiling alligators

Paradise X Capriola |  an art week in Lecce

26.6.2022 – 3.7.2022

Bastione Ovest – Parco delle Mura Urbiche, Lecce

a cura di Marta Orsola Sironi

organizzato da BeAdvisors Art Department & Knot Agency

In collaborazione con Copperfield (London) & Linda Michelle Mognato con Harlesden High Street (London)

Lecce – dal 26 giugno al 3 luglio, nell’ambito di Capriola | an art week in Lecce, BeAdvisors Art Department e Knot Agency presentano a paradise for the smiling alligators, seconda edizione del format espositivo paradise, presso il bastione ovest del Parco delle Mura Urbiche di Lecce. La mostra è organizzata in collaborazione con le gallerie Copperfield (Londra) e Linda Michelle Mognato per la galleria Harlesden Highstreet (Londra) e vede la partecipazione de* artist* Ada M. Patterson, Ambra Castagnetti, Charlotte Edey, Gianna Rubini, Ginevra Dolcemare, Hawazin Al-Otaibi con Agostino Quaranta, Hoa Dung Clerget, Hongxi Li con DATEAGLE ART, Jakob Rowlinson, Paolo Bufalini e Rieko Whitfield.

paradise è un format espositivo nomadico che prende la forma di mostre collettive ospitate in luoghi di eccellenza architettonica. Prevede la partecipazione di artist* emergent* non rappresentat* e la collaborazione con gallerie e progetti curatoriali internazionali. Il primo episodio è stato presentato a Genova, presso Palazzo Franzone Spinola di Luccoli nel marzo 2022.

paradise ibrida la volontà antologica del modello museale, la ricerca curatoriale attiva e l’attenzione al collezionismo. Il concept espositivo muove dall’analisi dello stretto rapporto tra giustizia ambientale e sociale e dalle indagini in merito alle sex ecologies, al femminismo intersezionale e al non-western feminism. L’obiettivo è proporre l’applicazione di un approccio intersezionale, non binario, a favore di un ripensamento della normatività umana e della stessa pratica curatoriale.

Per l’edizione di Lecce, a paradise for the smiling alligators riflette in merito al concetto di confine e al ruolo delle cinte murarie come strumento di separazione tra ciò che è civile e “nella norma”, e ciò che è estraneo e fuori dalla norma. Per condurre questa analisi si ispira già dal titolo a “Apartament on Uranus” di Paul B. Preciado e a “The Thief’s Journal” di Jean Genet. In questi testi Urano assurge a  luogo dove poter vivere al di là delle restrizioni di potere, genere e razza inventate dalla modernità. Urano, pianeta impossibile per ogni forma di vita, diventa casa per le creature umiliate, gli “smiling alligators”, coloro che sono rinnegati in quanto non-conformi, e che almeno su Urano sono liberi di sentirsi a casa e di abbracciare le continue transizioni della vita.

Per cercare di capire come muoversi all’interno del confine e mettere in discussione l’idea binaria di conformità sono coinvolt* artist* che indagano temi quali l’intersezionalità come laboratorio di trasformazione, la questione del soggetto nella condizione post-umana e dei confini oltre il post-colonialismo. Le opere e le performance di Ada M. Patterson, Ambra Castagnetti, Charlotte Edey, Gianna Rubini, Ginevra Dolcemare, Hawazin Al-Otaibi con Agostino Quaranta, Hoa Dung Clerget, Hongxi Li, Jakob Rowlinson, Paolo Bufalini e Rieko Whitfield, mettono in questione, secondo diversi approcci, la complessità del mondo e cercano di aprire nuovi spazi di libertà e di discorso critico.

paradise è organizzato da BeAdvisors Art Department e Knot Agency, società di art advisory e logistica con sedi a Londra e Milano, è a cura di Marta Orsola Sironi e vede per la sua seconda edizione la partecipazione di Copperfield e Linda Michelle Mognato per Harlesden Highstreet. L’exhibit design è affidato ad Andrea Isola, l’exhibition set-up a Crates, il progetto grafico a Manuela Nobile e Ortica Studio, la comunicazione a Guido Grignaffini e il fundraising a Maria Vittoria Pellini. Si inserisce nell’ambito di Capriola | an art week in Lecce, ed è animato da performance ed eventi collaterali durante tutto l’arco della settimana.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.