READING

Cosmowomen. Places as Constellations alla Galleria...

Cosmowomen. Places as Constellations alla Galleria Nazionale, Roma

Alla Galleria Nazionale la mostra Cosmowomen. Places as Constellation si presenta come un assemblaggio architettonico site-specific a opera dell’architetta ispano-britannica Izaskun Chinchilla Moreno, docente alla Bartlett School of Architecture di Londra. Sopperendo alla mancanza di un archivio fisico che possa documentare, tra le altre, le opere di oltre 65 donne architetto provenienti da diversi continenti per oltre una decade, la mostra si articola attraverso pensieri e azioni collettive che traggono dalla cultura classica, dalla filosofia, antropologia, sociologia, letteratura, teatro, scienze naturali e nuove tecnologie, secondo una coralità performativa femminista.

Complessivamente la mostra propone una riflessione sulle condizioni dell’abitare, ripensando lo spazio in senso filosofico e fisico, con riferimento all’immagine delle sfere armillari anticamente utilizzate con intento pedagogico per indagare le relazioni i tra i corpi terreni e celesti, la terra e il cosmo. Al centro di questa riflessione femminile plurale è la domanda: ‘come possiamo vivere insieme? / ‘how we can live together?’, e ciò si traduce sia in un’indagine sui modi di intendere e costruire lo spazio e sia sulle condizioni che consentono un’etica delle relazioni (se vi ricordate la domanda/titolo posta dalla Biennale Architettura 2021 è questa: “How will we live together?”).

Il risultato è un assemblaggio di proposte progressiste dal tratto utopico, che mirano a progettare pratiche di co-living e collaborazione attraverso forme sostenibili che possano ripensare il rapporto tra i corpi e l’ambiente, tra economia e collettività, affermando il ruolo delle donne  in campo architettonico, artistico e sociale. In questa visione, le tre sfere installative riflettono sui luoghi di convivenza tradizionalmente deputati alle donne, estendendosi olte il limite tra spazio privato e spazio pubblico e traducendosi in una costellazione.

In particolare, una prima riflessione rivisita lo spazio del Gineceo, ovvero anticamente il luogo domestico riservato alle donne e separato dagli altri vani della casa, secondo una progettualità che vuole riformulare le condizioni abitative secondo un’etica femmista della cura, della memoria, del racconto tra la sfera privata e pubblica. In questo convergere di pensieri, la casa si presenta quale unità abitativa fondamentale in cui tessere relazioni secondo i principi di solidarietà e complicità, rimanendo allo stesso tempo un luogo intimo e privato in cui custodire un pensiero in autonomia dall’ordine sociale.

La sfera Onsen trae il suo titolo da una riflessione sugli spazi e i riti dei bagni termali giapponesi per ripensare dinamicamente la relazione tra uomo e natura. Le riflessioni delle architette, artiste e intellettuali coinvolte in questa ricerca, riflettono una progettualità che guarda in maniera olistica alla relazione tra corpo e paesaggio in termini di ecologia e sostenibilità.

La sfera del Parlamento propone infine nuove soluzioni abitative per interpretare lo spazio pubblico, delle istituzioni e della città. Da una riflessione sui valori di convivenza e abitazione collettiva degli spazi, l’assemblaggio corale che costituisce questa dimensione architettonica, rende evidente la volontà di affermare una condizione femminile del progettare che si interessa a  luoghi dimenticati o a nuove dimensioni sociali.

Forte di un’accurata e meticolosa costruzione corale, Cosmowomen. Places as Constellation, rende esplicito il contributo delle donne nelle arti e nell’architettura, pensandosi come constellazione. Infine, l’intento pedagogico e comunicativo della mostra si traduce nel catalogo e nelle attività collaterali che la supportano, tra cui la Cosmoschool, ospitato da What’s on?, il blog della Galleria Nazionale, ampliando il valore collettivo e partecipativo del progetto espositivo.

Info:

Cosmowomen. Places as Constellations
La Galleria Nazionale, Roma
21 giugno – 10 ottobre 2021
La Galleria Nazionale

Cosmowomen_Installation View_Ph Monkeys Video Lab

Per tutte le immagini: Cosmowomen, installation view, photo Monkeys Video Lab, courtesy La Galleria Nazionale, Roma


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.