READING

Esplorando i confini dell’amore e dell’...

Esplorando i confini dell’amore e dell’odio: la mostra “HATER” alla Fondazione Videoinsight® di Torino

Nel vasto scenario della vita, in cui coesistono forze contrapposte come amore e odio, emerge una sottile linea che divide questi elementi apparentemente antitetici. Attraverso la nitida prospettiva dell’arte contemporanea, la Fondazione Videoinsight® propone di esplorare e comprendere questa dicotomia, ponendo al centro della sua missione la promozione del benessere psicofisico attraverso l’espressione artistica.

Selena Leardini, “Casa dolce casa”, acrilico su tela, 80 cm x 90 cm, courtesy Fondazione Videoinsight®

In un mondo sempre più permeato dalla violenza e dalla mancanza di valori fondamentali come il rispetto, la gentilezza e la gratitudine, la Fondazione Videoinsight® si erige come baluardo, cercando di promuovere la consapevolezza dei contrasti. L’arte contemporanea, potente veicolo di espressione, si trasforma in uno strumento cruciale per affrontare le sfide della nostra società. In occasione di Artissima 2023, la Fondazione Videoinsight® di Torino ha inaugurato la mostra collettiva “HATER”, curata da Rebecca Russo, filantropa, collezionista e psicoterapeuta nonché presidentessa della Fondazione. L’esposizione, che raccoglie le opere finaliste della seconda selezione di un’open call lanciata nel febbraio 2023, offre un’occasione unica per riflettere sulla tematica dell’odio inserita all’interno del mondo digitale. Gli artisti presenti sono Marco Abrate (Rebor), Raffaella Baldassarre, Pasquale Battaglia, Savina Capecci, Gianluca Capozzi, Marialucia Ciraci, Antonia Colella, Alessandro Dentico, Diego Dominici, Angelo Farina, Pietro Farina, Damiano Fasso, Lorenzo Gnata, Selena Leardini, Simone Marini, Silvia Raffaelli, Roberto Rossacci, Milena Sgambato, Paolo Treni, Roberta Toscano, Marta Scavone, Luca Zarattini, Raffaella Baldassarre e danno vita a un dialogo visivo che esplora le sfumature della controversa relazione tra amore e odio.

Gianluca Capozzi, “Influencer”, acrilici su tela, 2023, courtesy Fondazione Videoinsight®

La mostra mira a sensibilizzare il pubblico sul fenomeno degli “Hater”, individui che, mascherati dall’anonimato online, diffondono violenza verbale e incitano all’odio. “HATER” non si limita a esplorare il tema del cyberbullismo, ma si impegna attivamente nella prevenzione e nel sostegno alle vittime di tali manifestazioni di aggressività. Attraverso le opere d’arte selezionate e l’esperienza proposta al pubblico, la Fondazione Videoinsight® mira a suscitare una presa di coscienza, un primo passo fondamentale per la prevenzione e la cura. L’esposizione proseguirà fino al 7 gennaio 2024, offrendo un’opportunità unica di immergersi nell’arte contemporanea come strumento per affrontare e superare le sfide della società contemporanea.

Savina Capecci “Socials Tedium” 2023, acrilico, olio e pastello su tela, 120 x 100 cm, courtesy Fondazione Videoinsight®

Gli artisti presentano al pubblico opere che riflettono la sensibilità e le esperienze personali, talvolta affrontando in prima persona l’esperienza negativa. Questo fattore contribuisce a restituire non solo una commozione tangibile, ma anche una condivisione profonda e una comprensione delle opere, portando all’emancipazione e al superamento dei pregiudizi. Durante la serata inaugurale, la giuria ha decretato l’opera vincitrice: si tratta del dipinto realizzato in acrilico su tela da Selena Leardini intitolato “Casa dolce casa”. L’opera ritrae un ambiente domestico all’interno del quale una fanciulla dai lineamenti dolci rivolge lo sguardo al pubblico. Tra le sue mani, tiene delle grandi forbici, elemento che ha colpito la giuria per la sua potente simbologia, forte ed estraniante, contribuendo al successo dell’artista.

Angelo Farina, “Non ti curar di loro”, 2023, acrilico su tela, 100 x 80 cm, courtesy Fondazione Videoinsight®

Rebecca Russo, Presidentessa della Fondazione Videoinsight®, sottolinea l’importanza dell’arte come guida per la presa di coscienza, affermando che «L’Arte causa insight, consapevolezza, visione interiore, intuizione, soluzione. L’Arte è rivoluzione. Appartiene alla natura umana, esprime bisogni primari, è profonda, urgente. È circolare, immortale, universale». Con la purezza di intenti, gli artisti affrontano le sfaccettature della tematica con originalità estetica e qualità artistica, contribuendo così a una narrazione visiva che sfida e stimola il pensiero. “HATER” si rivela come un caleidoscopio dell’anima umana, dove l’arte diventa l’incanto che dissolve le ombre dell’odio, lasciando fiorire l’amore in ogni pennellata.

Carlotta Thione

Info:

AA.VV., “Hater”
3/11/2023 – 7/01/2024
a cura di Rebecca Russo
Fondazione Videoinsight®
Via Bonsignore 7, 10131, Torino
http://www.fasv.it/it/


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.