Arte Fiera 2019

Simone Menegoi, nuovo direttore artistico di Arte Fiera (che ha preso il posto di Angela Vettese) ha sulle spalle l’edizione del 2019 e il necessario rilancio della fiera. Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo, Museo d’Arte Moderna di Bologna ha così commentato il nuovo incarico: “Auguro buon lavoro al nuovo direttore artistico di Arte Fiera Simone Menegoi: sono certo che saprà dare un contributo rilevante alla valorizzazione della cultura del contemporaneo a Bologna. Da parte mia rinnovo l’impegno nella curatela di ART CITY per la cui edizione 2019 si sta già lavorando a un nuovo ambizioso programma che andrà verso un ulteriore avvicinamento della Fiera alla città nella consapevolezza dell’importanza strategica che Arte Fiera ricopre nel sistema dell’arte”.

Arte Fiera è stata la prima fiera d’arte ad aprire in Italia, ed è la prima fiera che apre il calendario dell’anno artistico. Strategica nella sua collocazione geografica, dal taglio trasversale e spesso riconosciuta come formativa, vuole essere un punto di riferimento dell’arte italiana e, nel 2019, inizia un percorso di rinnovamento su fronti molteplici che si spera conducano a un rilancio non solo di immagine, ma anche sostanziale, con un buon numero di espositori, una bella affluenza di pubblico e delle vendite congrue e di livello alto.

La parola chiave del nuovo percorso è “selezione”. Arte Fiera 2019 ha introdotto un criterio inedito di partecipazione: le gallerie sono state invitate a presentare una selezione ristretta di artisti, indicazione che peraltro non ha trovato tutti concordi e ha provocato anche alcuni rifiuti. Comunque, l’intento di questa scelta era quello di voler privilegiare l’approfondimento e la specializzazione, incoraggiando le gallerie a presentare progetti coerenti e dal taglio curatoriale. La convinzione di fondo è che solo una fiera che punta decisamente in una direzione selettiva possa attirare, oggi, un collezionismo di qualità e affermare la sua importanza nel mercato dell’arte.

L’edizione 2019 si articola in due sezioni, Main Section e Fotografia e Immagini in movimento. La prima spazia dal Moderno e dall’arte postbellica, storici punti di forza di Arte Fiera, fino al contemporaneo; mentre la sezione di fotografia, aperta al video e completamente rinnovata nei contenuti, è affidata alla direzione artistica di FANTOM, piattaforma curatoriale nata tra Milano e New York nel 2009, rappresentata da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot.

Il comitato selezionatore – che affianca il lavoro del direttore Menegoi –  si completa con i nomi di Stefano Cortesi della Cortesi Gallery di Lugano, Massimo Di Carlo della Galleria dello Scudo di Verona, Fabrizio Padovani della Galleria P420 di Bologna, Federica Schiavo dell’omonima galleria milanese, Laura Trisorio, dell’omonima e storica galleria napoletana. Per la Main Section segnaliamo la partecipazione delle gallerie Rolando Anselmi (Berlino/Roma) che dedicherà lo stand a Gianni Pellegrini, Alessandro Bagnai (Foiano della Chiana) che presenterà Gianni Dessì con alcune opere e un’installazione site specific, Giampiero Biasutti (Torino) che nello stand ospiterà una mostra monografica dedicata a Giorgio Griffa,  Conceptual (Milano), Continua (San Gimignano / Bejing / Les Moulins / Habana), Monica De Cardenas (Milano), Guidi&Schoen (Genova), Mazzoli (Modena / Berlino), MLZ (Trieste), Norma Mangione (Torino), Raffaelli (Trento), Studio G7 (Bologna).  Per la sezione Fotografia segnaliamo la presenza di Gallleriapiù (Bologna), Michela Rizzo (Venezia), Z2O Sara Zanin (Roma).

Info:

Arte Fiera 2019
Quartiere Fieristico, Bologna
Ovest Costituzione
opening ad invito: giov 31 gen dalle 12 alle 21
orario: 1-2-3 feb dalle 11 alle 19; 4 feb dalle 11 alle 17
biglietti: intero 26 euro
051-282111 artefiera@bolognafiere.it

Gianni Pellegrini “Oltre il Segno” 1993, tempera alla caseina su tela, 65 x 100 cm, ph courtesy Galerie Rolando Anselmi, Berlin | Rome (la galleria partecipa nella sezione Solo Show)

Simone Menegoi, direttore artistico di Artefiera 2019, ph courtesy Arte Fiera

Gianni Dessì “Nome e Cognome” 2015, nylon e ceramica Raku, tempera su soffitto, cm 70 x 55 x 48, ph courtesy Alessandro Bagnai, Foiano della Chiana

Giorgio Griffa “Orizzontale” 1975, acrilico su tela, cm 50 x 50, ph courtesy Giampiero Biasutti, Torino

image_pdfimage_print

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.